Attestati

Ricordo che gli attestati sono depositati presso la Biblioteca di Scienze della Formazione. Chi deve lasciare la relazione la consegni al bibliotecario/a presente.

Per il riconoscimento del laboratorio consiglio a tutti di rivolgersi presso la segreteria del corso di laurea.

Ringrazio tutti per la partecipazione appassionata e ricordo di inviarmi il file aggiornato della relazione per condividerlo nella cartella di Googledocs, oppure fatelo direttamente.

Il blog rimane attivo e lo potete utilizzare per i post che ritenete utili così da non perdere la pratica. Consiglio di attivare gli RSS feed per essere avvertiti delle novità.

Chi apre un proprio blog e pensa che possa interessare ad altri può segnalarlo qui.

Rimango a vostra disposizione per chiarimenti, dubbi, richieste.

Tiriamo le fila

Il laboratorio che avete seguito non può essere esaustivo dell’argomento. Come avrete intuito il tempo e soprattutto “il fare” vi permetterà d’impratichirvi per cercare le informazione di cui avrete bisogno.

Spero che quanto avete appreso vi permetterà di superare il senso di disorientamento iniziale nel momento in cui vi troverete ad approfondire un argomento nuovo.

L’obiettivo è stato quello di individuare le caratteristiche della letteratura scientifica  e indagare strumenti differenti che servono a risolvere bisogni diversi, e quindi, ad esempio, non si utilizzerà un motore di ricerca per trovare un libro che si vuole prendere in prestito, come non si utilizzerà un catalogo se si devono ricercare articoli su un certo argomento.

Accanto al mondo digitalizzato esiste un mondo parallelo di cui occorre essere consapevoli: è il caso della nostra biblioteca dove la metà del posseduto non è ricercabile tramite il catalogo automatizzato ma è necessario utilizzare i cataloghi cartacei.

Insieme abbiamo sperimentato l’importanza di rendere “maneggevole” l’argomento che si decide di indagare ed è stato comodo utilizzare una mappa mentale che ciclicamente si trasforma fino a prendere forma della “scaletta” de l lavoro da fare. La corretta citazione delle fonti e la bibliografia finale sono elementi indispensabili che corredano il lavoro svolto.

Le parole chiave si sono rivelate fondamentali per la ricerca e via via l’elenco si è arricchito dei “termini controllati”, trovati utilizzando la ricerca per soggetto e thesaurus, che ci hanno aperto strade nuove.

Si è visto che talvolta quello che sembra nuovo, per esempio la banca dati ERIC, è il frutto di molti anni di lavoro e il passaggio dalla versione cartacea al digitale ha reso la consultazione più facile.

Tutti voi avete scoperto …

– di avere a disposizione servizi e risorse di altissimo livello accessibili dalla pagina dello SBA e che infinite risorse sono disponibili in rete.

– che non esiste solo Google

– che Google non è solo un motore di ricerca

– che esistono tanti motori di ricerca

– che con un motore di ricerca non si accede alle informazioni strutturate

– che l’uso della ricerca avanzata può essere utile

– che la modalità di scorrimento può rilevarsi utile in alcuni casi

– che i filtri permettono di raffinare la ricerca

– che bisogna fare attenzione: le stesse funzioni possono essere chiamate in modo diverso (esempio:  scorrimento, lista, indice, browse).

Un altro aspetto che abbiamo sperimentato è quello della condivisione: scrivere in modalità wiki, aprire un blog, creare una libreria comune hanno permesso di sperimentare nuove opportunità che potranno essere utili in altri contesti.