La ricerca in biblioteca – maggio 2012

 11 maggio, inizio del laboratorio “La ricerca in biblioteca” presso la Facoltà di Psicologia.

Scrittura collaborativa, mappe mentali, focus sull’argomento.

11, 18, 25 maggio e 1 giugno nell’aula informatica in via della Torreta, h 14 – 18

8 giugno, ulteriore incontro, organizzato insieme al prof. Stefano Taddei  Si parlerà delle strutture semantiche  che stanno dietro alle varie categorie di risorse: classificazioni, thesauri, soggetti, tag, folksonomy, metadati e in che modo queste possono aiutare e facilitare il lavoro di ricerca di informazioni.

<<<>>>

25 maggio, terzo incontro

Prima di iniziare l’argomento odierno ho chiesto ad ognuno di scrivere cosa  ha imparato nei due incontri precedenti.   Questi sono i feedback ricevuti. Rinrazio chi ha partecipato.

Primi passi su Google Documenti

Annunci

Scrivere in modalità wiki

Per  incentivare lo scambio e la collaborazione fra gli studenti e fra i gruppi di lavoro, durante il laboratorio di base, è stato utilizzato  Google documenti,  utile per condividere e scrivere documenti in modalità wiki. Per utilizzare Google documenti occorre avere un account e  chi ne è sprovvisto deve crearne uno. Questo semplice strumento ha consentito, a persone che abitano a distanza e che hanno tempi di studio differenziati, di lavorare insieme e organizzare l’attività di studio.

Un altro strumento utilizzato nel laboratorio è Dropbox, un servizio cloud, con un account creato appositamente per il laboratorio, che consente di archiviare documenti che possono essere raggiunti da qualsiasi punto della rete.  Dropbox consente anche di salvare documenti in una cartella pubblica e tramite una URL possono essere accessibili pubblicamente con un link come è stato fatto qui nel blog.

L’utilizzo di questi strumenti è stato apprezzato e, nonostante qualche difficoltà iniziale da parte di chi ha poca esperienza con il computer, sono stati utilizzati anche al di fuori del laboratorio, sia nello studio che in ambito lavorativo in modo personalizzato, dalla maggior parte degli studenti.

Nel laboratorio avanzato, avendo gli studenti già lavorato in modalità wiki,sono stati accennati ambienti collaborativi più articolati che offrono maggiori opportunità per la didattica come ad esempio pbwiki e wikispaces.

Il filmato, Wikis in Plain English tradotto in italiano da Fabio Ballor (Ideosfera), spiega in modo semplice l’utilizzo di un wiki.

Comunicazione – Argomento della ricerca bibliografica

Venerdì 10  febbraio il laboratorio inizia alle ore 13 e termina alle ore 17

L’argomento generale deciso in classe riguarda l’educazione e gli “Anni ’60”. Attraverso la redazione di più mappe mentali ogni gruppo è arrivato a scegliere l’argomento e a individuare la domanda di ricerca.

La prima mappa è servita per individuare  i molteplici aspetti dell’argomento, la seconda per esplorare uno solo degli aspetti individuati per poi arrivare, con altre mappa alla scelta di uno specifico argomento (il focus) su cui effettuare la propria ricerca.

Per costruire la mappa è stato utile porsi tutta una serie di domande: chi sono i soggetti principali, quali sono i soggetti correlati, dove si svolge, il tipo di ricerca, a chi si rivolge,  come si svolge, si conosce qualche autore, quali sono le teorie o la letteratura di riferimento, ecc.

La costruzione della mappa è utile per fotografare il punto di partenza e per individuare l’elenco delle parole chiave per indirizzare la ricerca e le relaziooni fra i vari aspetti.. La mappa, in modo dinamico, si trasformerà via via che si definiscono i vari aspetti fino a rappresentare la scaletta che servirà per stilare l’indice del lavoro.

L’elenco delle parole chiave deve comprendere i diversi modi di dire, i sinonimi, i singolari, i plurali, il termine corrispondente in inglese e via via che la ricerca va avanti deve inglobare le nuove parole chiave e eliminare quelle che non producono risultati. E’ importante includere anche gli iperonimi parole che hanno un significato più ampio e generale e gli iponimi che sono legate ad esse da un rapporto di inclusione

(«L’iponimia è l’appartenenza del significato di una parola a un significato ‘più ampio’ rappresentato da un’altra parola. Due parole sono in relazione di iponimia se e quando il significato di una è membro della classe compresa nel significato dell’altra» (Berruto, La semantica, Zanichelli, Bologna, p. 63)

Presentazione della ricerca:

(seguire questo schema) > Componenti del gruppo, titolo della ricerca, breve descrizione.

Fare il rendiconto dell’esperienza fatta in aula per restringere la ricerca ad un focus maneggevole. Scrivere in modo che chi legge possa comprendere i passaggi fatti per arrivare dal generale al particolare.

Fare la ricerca su dizionari e enciclopedie specializzate (opere di reference) raccontando quali sono le ‘voci’ consultate e commentare i i risultati. Ricordare di attivare il proxy se lavorate da casa.

Fare attenzione al ‘paratesto’ e scrivere in che modo il lettore è aiutato ad orientarsi nella consultazione. (indice, indice analitico … caratteri grafici, … struttura del testo, casa editrice, ….).

Quali sono le differenze fra l’edizione cartacea e l’edizione elettronica?

Le parole chiave che avete elencato sono risultate utili? Aggiungere alla lista i nuovi termini.

Per condividere il lavoro con me utilizzare laricercainbiblioteca@gmail.com

Per come usare Google doc vedere qui

Il sw utilizzato per la mappa mentale è Freemind scaricabile gratuitamente. Ce ne sono molti altri che si possono utilizzare a questo scopo.

PER USARE IL PC, PER FARE STAMPE GRATIS, PER UTILIZZARE LO SCANNER

avete a disposizione l’aula informatica di via Alfani 39 che è aperta fino alle ore 23 dal lunedì al venerdì.

Dalla Facoltà di Scienze della Formazione sono solo cinque minuti a piedi (prendere via della Pergola , superare via della Colonna e girare a dx in via Alfani, 39

La lista dei nomi con Gmail è su Dropbox, vi prego di aggiornarla (user e pw sono quelle indicate durante il laboratorio)

BUON LAVORO

Relazioni finali – Corso base nov-dic 2011

Ringrazio tutti gli studenti del corso di laurea di Scienze della Formazione primaria che hanno partecipato al laboratorio di base di information literacy

Avete lavorato molto bene.

Qui sono accessibili le relazioni dei gruppi di lavoro scritte in modalità di scrittura collaborativa con Google doc  .

Relazione di Barni, Becucci, Casini, DeMaria

Leggi tutto > https://apps.memopal.com/e/5HGHVVB8

Relazione di Barba, Dolfi, Landi, Lo Chiano                     

Leggi tutto > https://apps.memopal.com/e/DCB2ZUVF

Relazione di Bartoli, Giannicchi, Macchi

Leggi tuttohttps://apps.memopal.com/e/Q3KUQT7X

– Relazione di Bartolomei Mecatti, Pizzimenti, Ricci

Leggi tutto > https://apps.memopal.com/e/FNRNVJKA

– Relazione di Caccialupi, Tinturini, Meleleo, Celeste

Leggi tutto > https://apps.memopal.com/e/HESMW7DP

Relazione di Caporale, Barahmandpour, Dongarrà, Graziani

Leggi tutto > https://apps.memopal.com/e/UAUJJU8Y

Relazione di Cerbai, Merlini, Righi, Tomà

Leggi tutto > https://apps.memopal.com/e/ACHGK3DK

Relazione di Ciaramitano, Dello Iacono, Giarola

Leggi tuttohttps://apps.memopal.com/e/HNEPPLWG

Relazione di Corti, De Vito

Leggi tu > https://apps.memopal.com/e/659D976V

Relazione di

Leggi tutto >

DropboxMemopal, sono i servizi utilizzati per archiviare le relazioni del laboratorio.

Il giorno della consegna gli elaborati sono stati sottoposti al peer review dei compagni e i gruppi si sono scambiati i lavori in maniera anonima. Ogni gruppo ha fatto una propria valutazione annotando i pregi e i difetti del lavoro visionato. A breve saranno disponibili i risultati.

L’esperimento ha avuto successo; i parametri sono stati discussi in modo generale, peccato che non abbiamo avuto il tempo di scrivere i commenti.

Il laboratorio continua con   La ricerca in biblioteca – corso avanzato

che si terrà il       2,5,9,12,16  marzo 2012